Matcha: cos’è il tè verde giapponese che fa bene alla salute

Matcha Cosa Te Verde Giapponese Salute

Il matcha è un tè giapponese che sta lentamente conquistando il mondo intero. Oggi non è raro trovarlo nelle caffetterie più alla moda ma anche come aroma per torte e gelati. Il bello è che ha tantissime proprietà benefiche ed è molto più energizzante e salutare della maggior parte dei prodotti simili. In questo articolo scoprirete quali benefici si possono ottenere dal matcha e vi daremo alcuni consigli su come sceglierne uno di qualità.

Il sapore di questa bevanda non piace a tutti, è piuttosto intenso e particolare, per ottenere una bibita più delicata è possibile miscelarlo con il latte, caldo o freddo, in questo modo si ottiene il matcha latte (LINK), un drink molto amato in Giappone ma anche nel resto del mondo!

Produzione del Matcha in Giappone

Non tutti sanno che questa polvere verde dallo spiccato gusto di erba si ottiene dalla stessa pianta del tè classico, quello che viene comunemente chiamato all’inglese. Il Matcha viene infatti prodotto con foglie giovanissime di Camellia sinensis di alta qualità che vengono selezionate scegliendo solo le più fresche tra quelle apicali, che sono più saporite e ricche di nutrienti.
Le piante in questione vengono trattate in modo particolare dai coltivatori giapponesi: ad un certo punto dello sviluppo sono coperte con reti oscuranti che filtrano parte della luce solare in arrivo, stimolando la Camellia sinensis a produrre più clorofilla.

Le foglie che vengono poi raccolte presentano un maggiore concentrato di sostanze nutritive e un colore verde spiccato. In seguito alla raccolta che avviene in primavera le foglie vengono cotte a vapore per evitare l’ossidazione e preservarne aroma poi vengono essiccate e polverizzate con macine speciali. Quello che si ottiene è una polvere finissima, facilmente solubile, dal colore verde brillante e con un sapore intensissimo. In base all’età delle foglie raccolte lo si può suddividere in due tipi di tè: usucha (che proviene da piante che hanno meno di 30 anni) e koicha (da piante che hanno oltre 30 anni).

I migliori tè matcha

Se volete acquistare online tè matcha di ottima qualità vi consigliamo questi prodotti che vi permetteranno di godere di tutti i benefici del migliore te verde giapponese e di un aroma intenso ma a prezzi decisamente contenuti rispetto all’acquisto in negozio. Sono a nostro parere i migliori sul mercato, soprattutto a livello di rapporto qualità/prezzo.

Tè Verde Matcha Biologico in Polvere (Grado Cerimoniale) NaturaleBio

Matcha Cosa Te Verde Giapponese Salute

Questo matcha è un tè verde Giapponese davvero pregiatissimo. Arriva davvero dal Giappone, in particolare dalla città di Uji famosa per la produzione di questa bevanda. La polvere è molto fine e profumatissima, viene certificata come primo grado, ovvero un matcha superiore adatto anche all’uso cerimoniale. Per produrlo vengono usate solo foglie di primo raccolto, protette dai raggi solari per 20 giorni prima di essere raccolte e che, dopo la cottura a vapore e l’essiccazione, vengono macinate a pietra in modo tradizionale. Inoltre questo tè è certificato biologico al 100%.

Matcha in polvere Vahdam

Matcha Cosa Te Verde Giapponese Salute

La nota azienda produttrice di tè Vahdam propone anche un ottimo matcha che proviene dalle coltivazioni speciali della città giapponese di Uji. Il suo verde intenso e il sapore deciso fanno di questa polvere fine e omogenea una delizia unica, utilissima per chi cerca una fonte naturale di energia, ricca di vitamine e minerali. Il prodotto è altamente qualitativo, lavorato e confezionato in un impianto con certificazioni HACCP/BRC è totalmente vegano e privo di OGM. Inoltre Vahdam è un marchio decisamente etico: certificato Carbon-Neutral e Plastic-Neutral, molto attento alla sostenibilità ambientale.

Matcha Green Tea Pure Chimp

Matcha Cosa Te Verde Giapponese Salute

Pure Chimp è un’azienda eticamente molto impegnata a proteggere la natura che propone molte tipologie di prodotti per la cura del corpo o alimentari. Il loro matcha è buonissimo, morbido al gusto (decisamente delicato rispetto alla media dei tè matcha) e anche conveniente economicamente.
Nasce in Giappone da un produttore dall’esperienza trentennale attentissimo alla qualità e la purezza degli ingredienti. La confezione è in vetro riciclabile con tappo di alluminio, dulcis in fundo l’azienda dona il 5% dei suoi profitti in beneficenza a progetti per la salvaguardia degli scimpanzè.

Proprietà del tè Matcha

Questa bevanda fa parte della famiglia dei tè verdi e viene considerata un superfood per le sue innumerevoli proprietà. Ecco quali sono le caratteristiche migliori del matcha.

Antiossidante: il tè verde in generale è considerato un ottimo antiossidante, in particolare questo tipo è ricchissimo di particolari polifenoli che hanno proprietà davvero spiccate e, secondo alcuni studi, effetti antitumorali. Inoltre il matcha ha molta capacità depurativa e per questo aiuta i tessuti e gli organi interni a mantenersi giovani e forti.

Energizzante: l’alta concentrazione di teina di questa bevanda permette di attivare e risvegliare il sistema nervoso centrale, per questo è utilissimo a chi cerca di implementare le proprie capacità di concentrazione o per chi cerca un carico extra di energia. Il consumo di matcha è da sempre stimolato nella società giapponese in quanto viene collegato ad un miglioramento generale delle prestazioni, sia mentali che fisiche.

Ansiolitico: lo sapevate che la teina (diversamente dalla caffeina) riduce lo stress? Ecco perché il matcha (che è ricco di L-teanina) aiuta a rilassarsi e rimanere svegli ma estremamente lucidi.

Antipertensivo e regolatore del sistema cardiovascolare: la presenza naturale di vitamine del gruppo B e C, di polifenoli e sali minerali aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari e a controllare i livelli pressori. Inoltre abbassa i livelli di colesterolo e di zucchero nel sangue.

Rinforzante del sistema immunitario: anche il sistema immunitario che ci difende dagli attacchi esterni gode dei benefici di questo tè, sono soprattutto l’abbondanza di vitamina A e C a darci protezione ma anche ferro e vitamina B.

Digestivo: avete presente il rito del caffè dopo pasto per digerire? Ecco sarebbe molto molto meglio gustare un bel matcha che, oltre a favorire la digestione, non ha fastidiosi effetti acidificanti (anzi, contrasta l’acidità gastrica).

Dimagrante: il motivo per il quale i giapponesi sono molto magri potrebbe essere il tè verde! Esagerazioni a parte questo matcha è consigliatissimo alle persone che vogliono perdere peso per la sua capacità di dare senso di sazietà e bruciare i grassi. Poi, se consumato al naturale, è una bevanda a zero calorie (o quasi) e favorisce la motilità intestinale.

Controindicazioni tè matcha: quali sono?

Come avrete capito il matcha può garantirvi tantissimi benefici, specialmente se consumato in modo abituale. Ma è davvero una manna dal cielo o potrebbe avere anche effetti collaterali? In generale non sono noti problemi correlati al suo consumo, ovviamente è una bevanda eccitante quindi non andrebbe consumata prima di dormire (o potreste faticare ad addormentarvi) ma la bella notizia è che, a differenza del caffè, non viene sconsigliata a priori nemmeno a chi soffre di patologie cardiache perché è in grado di dare energia senza mettere sotto pressione il sistema cardio-circolatorio.

Come preparare il tè matcha

La cerimonia tradizionale del tè giapponese è un momento artistico e spirituale collegato alla dottrina zen e alla religione buddhista che prevede un iter specifico e strumenti particolari (racchiusi nell’arte del rito tradizionale Cha No Yu). Potrete decidere di ricrearlo a casa vostra oppure scegliere di consumarlo in modo molto più semplice ma con alcune accortezze per assicurarsi di mantenere integre le sue proprietà benefiche.

Nella cultura tradizionale giapponese il matcha è un prodotto importantissimo che racchiude doti benefiche e ha un forte legame con religione e spiritualità, tanto da avere uno specifico rituale collegato al suo consumo. La prima cosa importante da sapere è che si prepara per sospensione, non per infusione. La polvere viene quindi disciolta in acqua e consumata non filtrata. La dose da rispettare è circa ½ cucchiaino per 180 – 200 ml d’acqua calda da mescolare con molta precisione senza lasciare grumi. La sua temperatura dell’acqua dovrebbe essere circa di 80°C, è importante infatti non raggiungere il bollore per non alterare il valore nutrizionale, le vitamine e i sali minerali del tè. Una volta disciolto potrete consumarlo caldo oppure freddo, la versione “latte” viene spesso consumata fredda con ghiaccio e con aggiunta di zucchero, essenza di vaniglia o altri aromi dolci. Infatti il sapore si sposa moltissimo con i dessert che vengono consumati con esso oppure preparati proprio con la polvere di matcha.

Volete provare un dolce fatto con questo tè? Consigliamo di farci una semplice torta oppure gustarlo nel gelato!