Pepe nero: proprietà benefiche, controindicazioni e uso in cucina

Pepe Nero Proprieta Benefiche Controindicazioni Uso Cucina

Una delle spezie più utilizzate nella cucina in tutto il mondo è il pepe nero, queste palline di concentrato di sapore sono rese speciali per la salute e il gusto da una sostanza chiamata piperina che possiede tantissime doti curative note all’uomo sin dall’antichità. Vediamo insieme come curarsi con il pepe nero e come utilizzarlo al meglio in cucina per golose ricette.

Storia del pepe nero

Prezioso per le sue doti aromatiche intense il pepe, e soprattutto la piperina che contiene, è conosciuto fin dai tempi antichi per le sue proprietà benefiche per l’organismo. Un tempo (quando non esistevano i frigoriferi) anche le sue capacità disinfettanti e di conservazione dei cibi erano stimatissime tanto che questa era una di quelle spezie dall’altissimo valore di scambio, una merce preziosissima e un simbolo di ricchezza.
Il termine botanico per indicare il frutto dalla quale deriva il nostro pepe è Piper nigrum che appartiene alla famiglia delle Piperaceae. L’etimologia del suo nome rimanda al termine sanscrito “pappali”, trasformato poi nell’inglese arcaico in “pipor” e in “piper” in latino. Ha origini antiche ed era già di uso comune ai tempi dei faraoni d’Egitto (è stata trovata nelle antiche tombe) mentre in epoca romana veniva utilizzata come preziosa merce di scambio in ambiente mercantile ma anche come dono d’intesa tra governanti.

Senza dubbio il consumo di piperina favorisce la digestione e dona un sapore distinto e piacevole a ogni piatto, queste due doti hanno fatto del pepe una delle spezie più usate in tutto il mondo dai primordi del mondo civile.

Ma cos’è quindi il pepe? Un seme, una bacca, un frutto? Il pepe nero è il frutto ottenuto dalla già citata pianta Piper Nigrum, una specie vegetale originaria dell’India. La maggior parte dei tipi di pepe che conosciamo vengono ottenuti da differenti lavorazioni dei frutti di questa pianta. Dopo la raccolta i piccoli frutti rotondi del Piper Nigrum vengono sbollentati in acqua e poi vengono asciugati e fatti essiccare. Con questo processo ottengono l’aspetto secco e rugoso che conosciamo e diventano adatti ad essere ridotti in polvere e macinati.

Prodotti a base di pepe nero

Se volete acquistare pepe nero di ottima qualità o integratori a base di piperina consigliamo di farlo online perchè la scelta di prodotti di livello superiore sarà senza dubbio maggiore di quella che troverete nei regolari supermercati. Anche i prezzi saranno più morigerati: ecco la nostra selezione tra i migliori prodotti a base di pepe nero in grani, in polvere e i migliori integratori a base di piperina.

Italdroghe Pepe Nero di Tellicherry in Grani

Pepe Nero Proprieta Benefiche Controindicazioni Uso Cucina

Italdroghe è un’azienda padovana che seleziona e commercia solo le migliori spezie da più di 100 anni. È specializzata nella ricerca e distribuzione di prodotti di qualità e il suo pepe nero è davvero eccellente. Tellicherry è una città dell’India nota per la sua produzione di pepe di altissima qualità, con il tempo però si è passati ad identificare il pepe di Tellicherry più con una misura specifica del frutto di pepe che con il luogo d’origine. Il Tellicherry è un pepe di grandi dimensioni, molto qualitativo e profumatissimo.
Quello importato da Italdroghe è davvero molto valido, fresco e ben conservato mantiene a lungo la tipica aromaticità del pepe nero Tellicherry.

Good Farm Pepe Nero in Polvere

Pepe Nero Polvere

Se cercate un pepe nero già macinato che sia altamente qualitativo, fresco e biologico vi consigliamo di provare quello di Good Farm agricoltura biologica certificata. È una varietà premium di qualità malabar (un pepe prodotto in India dalla spiccata aromaticità) e vi sorprenderà per i suoi toni agrumati e floreali.
Ovviamnente non ha coloranti e additivi aggiunti

Integratore a base di Piperina Forte

Pepe Nero Proprieta Benefiche Controindicazioni Uso Cucina

La piperina è un accelleratore del metabolismo e, secondo molti studi scientifici e le medicine erboristiche, aiuta a dimagrire. Questo integratore in pillole permette di bruciare i grassi più velocemente grazie all’unione tra piperina, guaranà, pepe di caienna e colina. I suoi componenti naturali combinano diversi effetti: quello drenante, dimagrante che aiutano a rimettersi in forma più velocemente e con migliori risultati.

Proprietà del pepe nero

Questa spezia così utilizzata in ambito culinario e nelle medicine naturali è senza dubbio uno dei più potenti rimedi erboristici in circolazione per stimolare il metabolismo e la digestione. La medicina tradizionale cinese lo considera un potente riscaldante mentre tutto il resto del mondo concorda con una serie di proprietà curative che rendono la piperina (l’alcaloide contenuto nel pepe) un’importante alleata della salute quando si sa come utilizzarla.

Per prima cosa è un potente digestivo e stimolante per il metabolismo. In pratica attiva tutti i tratti dell’apparato digestivo e favorisce la secrezione dei succhi gastrici quindi agevola l’assorbimento dei nutrienti e allo stesso tempo facilita la termogenesi e contrasta l’obesità. Infatti è uno dei principi attivi più studiati ed utilizzati negli integratori naturali dimagranti e anche in quelli depurativi anche perché il pepe nero coadiuva l’assorbimento di altre sostanze e le rende bio-disponibili e attive per venire assorbite. Per questo scopo è famosa l’associazione piperina e curcumina, grande risorsa per la funzionalità epatica.

Chi soffre di problemi intestinali come flatulenze e diarrea può trovare invece un alleato nelle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie del pepe, allo stesso tempo la piperina sembra essere utile (la medicina cinese ne è assolutamente certa) per la cura di malanni stagionali e patologie del tratto respiratorio, in particolare per sciogliere il catarro e curare il raffreddore.

Secondariamente viene consigliato per stimolare l’appetito negli inappetenti e come antidepressivo naturale, pare infatti che la piperina sia un ottimo tonico naturale dell’umore in quanto in grado di stimolare la produzione di endorfine.
Tra le ulteriori proprietà attribuite al pepe nero ci sono anche doti analgesiche (utili per la cura di dolori di tipo muscolare) e afrodisiache.

Controindicazioni del pepe nero

Il pepe nero può essere anche nocivo in alcuni casi, infatti è potenzialmente molto irritante (per la capacità di stimolare succhi gastrici o di infiammare le mucose) e in caso di reflusso gastro-esofageo, gastrite, ulcere o emorroidi è meglio dosarlo con parsimonia o addirittura escluderlo dalla propria dieta.

Come si utilizza il pepe nero in cucina

Il pepe nero è una spezia molto utilizzata nella cucina italiana, ma lo è ancora di più in molti paesi orientali come la Cina o l’India. Tutto il mondo ama il pepe e lo consuma sotto forma di polvere, macinato grossolanamente o intero. Quello nero ha un sapore generalmente molto intenso e viene spesso polverizzato per poterlo dosare con maggiore parsimonia e diluirne meglio il sapore in un piatto, ma in Italia lo usiamo spesso anche intero come ad esempio all’interno degli insaccati.

Il pepe si sposa bene con tutti i piatti salati, che siano a base di pesce, verdure, cereali o carne. Può essere aggiunto in cottura o a crudo, generalmente da il sua massimo di aromaticità e anche il maggiore effetto curativo quando viene macinato al momento e servito senza cottura. Noi italiani non possiamo farne a meno in alcuni piatti come per esempio la pasta cacio e pepe ma in alcune regioni abbiamo imparato ad utilizzarlo anche per la creazione di sfiziosi dolci come il panpepato.
Nel paese del quale questa pianta è originaria, ovvero l’India, il pepe è un ingrediente importantissimo che si trova nella maggior parte delle polveri di curry, compreso il Garam Masala (di cui abbiamo parlato in questo articolo). In Cina viene molto utilizzato per piatti tradizionali considerati curativi (zuppe a base di erbe, spezie e altri ingredienti speciali), anche se in certe aree gli viene preferito come aroma un altro tipo di pepe, il famoso pepe del Sichuan (che deriva da una pianta diversa).

Inoltre in cucina vi consigliamo di aggiungerlo ai vostri piatti più salutari a base di curcuma, come ad esempio nel famoso latte alla curcuma, ma anche negli infusi e decotti alla curcuma. Un segreto per conservarle le doti benefiche e preservarne il buon sapore è conservarlo al riparo da fonti di calore e soprattutto dalla luce del sole, specialmente se è già macinato.