Tisana di iperico (erba di San Giovanni): a cosa serve e come farla in casa

Tisana-Iperico-Erba-San-Giovanni-Cosa-Serve-Come-Farla-Casa

Pensate che uno dei nomi popolari di questa pianta dai bei fiori gialli era un tempo “scacciadiavoli”, in riferimento alla sua capacità di allontanare pensieri negativi e malumori. Oggi è risaputo e provato scientificamente che l’iperico abbia effetti antidepressivi, ma attenzione prima di farvi una tisana con l’erba di San Giovanni dovreste conoscerne effetti e le controindicazioni ma anche sapere dove e quale acquistare per la vostra bevanda o per altri usi.
Dopo avervi parlato di drink portentosi come il tè matcha, il kombucha e il golden milk oggi affrontiamo l’argomento della tisana fatta con l’erba di San Giovanni. L’iperico è noto nella medicina tradizionale per le sue proprietà fitoterapeutiche, in particolare per le sue doti antidepressive, antinfiammatorie e antivirali, prende il nome di Erba di San Giovanni perché questa pianta fiorisce solitamente attorno al 24 giugno, proprio il giorno dedicato al Santo.

Sin da tempi antichi si ritiene che quest’erba sia utile contro ogni malanno, della mente e del corpo, e dire che è solo un piccolo arbusto cespuglioso, alto massimo 80cm, dal fusto legnoso ramificato. Le sue foglie sono caratterizzate da un intenso color verde brillante e all’inizio dell’estate spuntano i famosi fiori gialli con petali di forma ovale con caratteristici peli secretori di colore rosso scuro.

Tisana, infuso e decotto di iperico

L’iperico oltre che per via cutanea si assume per via orale per dare tantissimi tipi di benefici. Le parti della pianta utilizzate per produrre i fitoterapici antinfiammatori e antidepressivi che lo hanno reso famoso sono i fiori e le foglie. Esistono diversi modi per utilizzare l’erba di San Giovanni ma a nostro parere la miglior soluzione per attivare i benefici dell’iperico è consumarlo tramite un infuso o un decotto. Si può assumere al mattino e alla sera, sempre rispettando i dosaggi discussi con un professionista.

Ricetta della tisana, infuso di iperico

Per una tisana fai da te vi consigliamo di acquistare una buona miscela biologica di fiori e foglie di iperico e prepararvi ogni giorno un infuso gustoso e rilassante sarà un gioco da ragazzi. Basterà prendere un pentolino, far bollire una tazza d’acqua, spegnere il fuoco e aggiungere il quantitativo idoneo (lo troverete sulla confezione) di erbe essiccate. Lasciate riposare la tisana per 5 o 10 minuti e poi bevete con calma la vostra creazione, se vi sembra troppo amara aggiungete un cucchiaino di miele.

Dove acquistare l’erba di San Giovanni: comprare iperico di alta qualità su Amazon

Se volete iniziare a bere la vostra tisana quotidiana fatta con l’erba di San Giovanni o usare un olio concentrato ma non sapete dove comprarli il nostro consiglio è quello di rivolgervi ad Amazon: infatti qui troverete tantissimi brand specializzati in fitoterapia e tè che producono e commercializzano prodotti a base di foglie e fiori di iperico pensati proprio per la creazione di bevande e oli.
Ci raccomandiamo di scegliere sempre e solo marche sicure e note nel settore perché il loro nome è garanzia di controlli accurati su dosaggio e purezza, non vi suggeriamo di rischiare con acquisti molto economici ma poco tracciabili quando si parla di fitoterapici potenti come questo.

Un’alternativa è chiedere al vostro erborista di fiducia di procurarvela ma anche in questo caso fate attenzione a informarvi bene sul prodotto e sulle modalità d’utilizzo.

Se volete acquistare online ecco le migliori offerte sull’iperico in vendita su Amazon.

Tè di iperico di Alpi Nature

Tisana-Iperico-Erba-San-Giovanni-Cosa-Serve-Come-Farla-Casa

Questo preparato naturale per tisana all’iperico è fatto con una selezione meticolosa delle parti migliori della pianta ovvero la sommità di fusto, foglie e fiori. L’erba di San Giovanni è anche conosciuta come il “fiore della luce” a causa dei suoi fiori giallo brillante e si dice che possa immagazzinare il potere del sole, noi crediamo che la tisana di Alpi Nature sia proprio un concentrato di energia e benessere perché ogni volta che ci serve ci da il giusto sostegno.
È un prodotto 100% naturale, vegano, senza aromi e colori artificiali, senza additivi e conservanti… e si sente! Per preparare l’infuso seguite le istruzioni, sono chiare: 1-2 cucchiaini per tazza (250 ml) unita ad acqua bollente da lasciare in infusione per circa 10 minuti.

Biotiva Tè di iperico Bio

Tisana-Iperico-Erba-San-Giovanni-Cosa-Serve-Come-Farla-Casa

Usiamo spesso prodotti Biotiva e li consigliamo anche perché ci soddisfano sempre: questo tè di iperico contiene al 100% iperico puro (Hypericum Perforatum) ed essiccato da coltivazione biologica. Senza distaccanti, riempitivi o solventi di eluizione. Un concentrato di natura proveniente da una coltivazione ecosostenibile ed ecologica che arriva fino a noi dentro una pratica busta con zip in carta resistente e schermante.
Inoltre Biotiva garantisce 100% qualità, ovvero chi non è soddisfatto può restituire il prodotto entro un anno dall’acquisto!

Iperico Tisana Biologica Infuso – Valley of Tea

Tisana-Iperico-Erba-San-Giovanni-Cosa-Serve-Come-Farla-Casa

Siamo innamorati delle pregiate miscele di tè biologico di Valley of Tea e quindi andiamo sul sicuro nel consigliarvi anche la sua tisana di San Giovanni, perfetta e di altissima qualità.
Al gusto si presenta rustica, solo leggermente amara e si presta molto bene ad essere accompagnata con un cucchiaino di miele, alla vista ha un colore ambrato molto luminoso. L’erba e i fiori in questione vengono coltivati in Francia e trattati secondo i metodi tradizionali che usavano i nostri antenati per preparare il potente elisir di San Giovanni. La confezione da 100 grammi è elegante, ecosostenibile e richiudibile per preservare al meglio le potenzialità dell’iperico.

Benefici dell’iperico

L’Iperico, o erba di San Giovanni, sembra agire sul sistema di neurotrasmettitori responsabili del controllo dell’umore (migliorando il tono umorale e allontanando depressione ed ansia) grazie alla presenza di principi attivi quali ipericina e l’iperforina.

Viene anche usata per trattare le palpitazioni e gli sbalzi di umore tipici della menopausa, per aiutare a gestire il disturbo da deficit di attenzione, l’iperattività, i disturbi ossessivo-compulsivi, la sindrome affettiva stagionale, l’insonnia. Viene consigliato come sostegno emotivo in momenti di forte stress, per aiutare a smettere di fumare. Ci sono studi che sostengono che possa essere utile anche per chi soffre di fibromialgia, fatigue, forti forme di mal di testa, i dolori neuro-muscolari ma anche HIV/Aids ed epatite C.

Controindicazioni ed effetti collaterali dell’Iperico

Prestate molta attenzione a questo paragrafo perché l’erba di San Giovanni ha importanti controindicazioni che non vanno affatto sottovalutate solo perché si parla di un prodotto erboristico naturale! Uno degli effetti avversi più noti correlati al consumo di questa sostanza è la pericolosa e marcata interazione con molti farmaci: se si assumono medicinali bisogna quindi comunicare al proprio medico che si vorrebbe assumere l’iperico e chiedergli di indagare su possibili problematiche che possano presentarsi (soprattutto se si è in cura con antidepressivi, fluidificanti del sangue o se si assume la pillola anticoncezionale).

Inoltre bisogna tenere presente che l’iperico funziona con lo stesso meccanismo degli inibitori della ricaptazione della serotonina, ovvero gli antidepressivi Ssri, quindi non c’è da stupirsi che possa scatenare effetti collaterali simili a questi farmaci.

Gli effetti avversi più importanti dell’iperico sono:

  • secchezza delle fauci
  • sensazione di avere lo stomaco pieno e inappetenza
  • nausea
  • costipazione
  • vertiggini
  • sensibilità alla luce
  • irrequietezza
  • stanchezza
  • prurito cutaneo
  • rash
  • orticaria

Abbiamo parlato di sensibilità alla luce, questo problema insorge spesso anche a livello cutaneo soprattutto se si usa olio di iperico sulla pelle c’è reale rischio di grave di sviluppare bruciature ed eczemi.

Olio di Iperico

Vogliamo aprire un paragrafo a parte sull’olio di iperico perché spesso viene consumato per bocca insieme a tisane e decotti di quest’erba. Non solo, viene anche utilizzato moltissimo per via cutanea per trattare le ferite del derma, le lesioni superficiali e inferiori (come lividi ed edemi) ma anche per dare sollievo da dolori articolari e infiammazioni muscolari/dei tendini. Sotto forma di lozione o balsamo viene anche usato per curare le ustioni importanti, le infezioni della pelle, le punture di insetto le emorroidi.

Ecco qualche nostro consiglio su quale olio di iperico acquistare per il corpo, prodotti selezionati tra le aziende che amiamo di più che si occupano di cosmesi fitoterapica e biologico.

Naissance Olio Infuso di Iperico

Tisana-Iperico-Erba-San-Giovanni-Cosa-Serve-Come-Farla-Casa

L’olio di iperico Naissance viene prodotto mettendo in infusione i boccioli ed i fiori macerati della pianta di hypericum perforatum in olio di girasole. Queste parti selezionate della pianta vengono lasciate macerare per alcune settimane per permettere ai principi attivi in essi contenuti di infondersi nell’olio. Si può usare come olio da massaggio o come parte di una lozione se miscelato ad oli essenziali.
È anche un olio edibile, ma questo uso viene consigliato solo sotto supervisione medica. È importante conservare in luogo fresco al riparo dalla luce solare, ricordate inoltre che l’olio ha in media circa 120 calorie per cucchiaio.
Un buon prodotto vegano e biologico, dalla confezione elegante e conveniente da 250 ml!

Olio di iperico – LaborBio

Tisana-Iperico-Erba-San-Giovanni-Cosa-Serve-Come-Farla-Casa

LaborBio propone una bottiglietta in vetro da 100 ml di concentrato di olio di Iperico diluito in olio extravergine d’oliva bio ottenuto per macerazione naturale delle sommità fiorite fresche di Hypericum perforatum, senza aggiunta di additivi o conservanti. Si può notare il suo colore rosso acceso indice di una buona presenza di ipericina.
Data l’alta concentrazione è importante non usarlo sulla pelle prima dell’esposizione al sole, utilissimo invece per il dopo-sole quando ci si è leggermente scottati ma anche per aiutare nella cura e guarigione di piaghe, ferite e ustioni serie.